I castagni della Laga minacciati dalla vespa cinese: se ne parla in un convegno

TERAMO – La ricchezza per il territorio rappresentata dalla castagna sarà al centro domani, venerdì 20 ottobre (dalle 16), al Centro Servizi Parco a Macchia da Sole di Valle Castellana, del convegno “Emergenza Castagni: Il Cinipide, danno economico ed Ambientale”, organizzato dal comune di Valle Castellana, dal Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, dal Rotary Teramo Est e da Cinema Natura & Ambiente. Nel corso dei lavori sarà approfondito il discorso legato alla diffusione di questo insetto che rappresenta da anni un flagello per i castagni, depauperando una delle maggiori ricchezze per il territorio teramano assieme ai funghi.

Nel corso dell’incontro ci saranno gli interventi del Sindaco di Valle Castellana, Camillo D’Angelo, dell’Assessore regionale all’agricoltura e alla pesca, Dino Pepe, del Presidente del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga, Tommaso Navarra, del Presidente del Rotary Teramo Est, Silviano Scardecchia, del Comandante del Gruppo Carabinieri Forestali di Teramo, Colonnello Gualberto Mancini, dell’Agronomo Vinicio Di Marco e dell’Ispettore Fitosanitario, Enzo Riccitelli.

“La castagna rappresenta una delle ricchezze e delle maggiori attrazioni per il nostro territorio assieme ai funghi” sottolinea il primo cittadino di Valle Castellana, Camillo D’Angelo. “E’ fondamentale la sua difesa, soprattutto dinanzi ad una minaccia, come quella del cinipide, che negli ultimi anni ha rappresentato e continua a rappresentare un grave problema per tutto il nostro comprensorio. L’auspicio è che, anche attraverso dibattiti e incontri di questo tipo, si riesca a mantenere viva l’attenzione su questo problema e si possa lavorare, tutti assieme, per risolverlo, contribuendo alla rinascita dei territori montani che, specie in questo periodo, fanno della castagna un importante volano economico e turistico”.

Leave a Comment