Alla scuola Fedele Romani di Roseto il concorso dell'Adsu "Generiamo rispetto" FOTO

TERAMO – Si è tenuta questa mattina, nella Sala Polifunzionale della Provincia di Teramo, la premiazione di "Generiamo rispetto", il Concorso di idee destinato alle scuole secondarie di primo grado organizzato dall’Azienda per il diritto allo studio unversitario (Adsu) di Teramo.
L’iniziativa, finalizzata a promuovere il rispetto delle diversità e il contrasto ad ogni forma di violenza e sopraffazione, ha lo scopo di invitare le scuole a riflettere sui temi della violenza di genere. Gli studenti si sono organizzati in gruppi, classi o corsi, eprimendosi attraverso diversi linguaggi: letterario, visivo, audiovisivo, cinematografico oppure racconti, anche in forma di web story, una storia a fumetti, un saggio, un video, una composizione musicale. L’iniziativa, come hanno sottolineato il Presidente dell’Adsu, Paolo Berardinelli e il Direttore Antonio Sorgi, rientra, secondo le linee stabilite dal Cda dell’Adsu, tra i progetti di impatto civico e di forte valore sociale già in atto, come la mensa solidale, il servizio di ristorazione assegnato ad un Cooperativa sociale, l’inserimento di detenuti e diversamente abili nelle attività logistiche.
Confortato anche dal successo dell’iniziativa, l’Adsu sta pensando di far diventare questo Concorso di idee un appuntamento annuale: «Riteniamo essenziale – spiega Lucia Verticelli, vicepresidente dell’Adsu – promuovere la riflessione su queste tematiche tra gli studenti delle scuole medie, che saranno gli uomini e le donne del futuro. Le scuole rappresentano un tassello importante nell’educazione per i ragazzi, ed è importante che siano anche il luogo in cui si pongono le basi per la lotta al femminicidio e a tutti gli stereotipi che contribuiscono a diffondere e incentivare la violenza di genere. Sono stata davvero soddisfatta della risposta che è arrivata dai ragazzi, che hanno avuto idee interessanti ed originali e hanno partecipato alla cerimonia di premiazione con entusiasmo e attenzione. Ringrazio anche la Tua che ha messo a disposizione dei bus per permettere alle scuole della provincia di essere presenti alla cerimonia di premiazione». Alla manifestazione erano presenti il Commissario prefettizio del Comune di Teramo, Luigi Pizzi, il sindaco di Corropoli, Umberto De Annuntiis, il sindaco di Castellalto, Vincenzo Di Marco, l’assessore comunale alla Pubblica istruzione di Roseto, Luciana Di Bartolomeo.

I premiati. Quattro sono stati i premi messi in palio dall’Adsu (due ai terzi classificati a pari merito). Questa la graduatoria definitiva:

1. Istituto Comprensivo Roseto 2 “F. Romani” con il Progetto “Generazione rispetto”
2. Istituto Comprensivo Corropoli – Colonnella – Controguerra “A. Zuccarini” con il Progetto “Memoria, nessun ricordo senza conoscenza”
3. Istituto Comprensivo di Teramo “Savini – San Giuseppe – San Giorgio” con il Progetto “Tanti modi per dire rispetto” e Istituto Comprensivo di Castellalto “Margherita Hack” con il Progetto “In campo! Registi e attori di emozioni”.

Al primo classificato è andata una borsa di studio del valore di 800 euro, al secondo di 500 euro, ai terzi classificati 200 euro a testa.

Leave a Comment