Coltellata nei corridoi dell'Itis: l'aggressore dovrà ripetere l'anno scolastico. Così disse il consiglio d'Istituto

GIULIANOVA – Dovrà ripetere l’anno scolastico ma potrà frequentare l’alternanza scuola-lavoro, lo studente 18enne giuliese dell’Ipsia Pagliaccetti che lo scorso 20 febbraio ha colpito con una coltellata al volo un compagno di scuola marocchino 17enne nel corso di un alterco. E’ l’effetto della decisione di sospensione dall’attività didattica fino a giugno, adottata dal consiglio d’Istituto alla scadenza del provvedimento temporaneo di sospensione di una decina di giorni in attesa della conclusione dell’istruttoria dell’organo collegiale sulla vicenda. Il pugno duro usato dal consiglio è stato accolto con amarezza dalla famiglia e dal giovane stesso che attraverso il suo legale sta valutando l’ipotesi di ricorrere per il momento all’organo di garanzia della scuola. Per quel che riguarda il minorenne ferito, ancora in convalescenza dopo l’intervento per la suturazione della ferita alla guancia sinistra, il consiglio d’Istituto non ha adottato provvedimenti, in attesa di ascoltarne la versione dei fatti al riento in classe. Come si ricorderà, il giovane marocchino, da alcune testimonianze rese anche ai carabinieri da altri studenti, protagonista di precedenti episodi arroganti e di provocazione, si era scontrato nei corridoi dell’Itis Crocetti (la scuola che ospita gli studenti dell’Ipsia) con il giuliese maggiorenne, dice lui fortuitamente: per tutta reazione, il più grande aveva estratto  il coltello dal giubbotto e lo aveva colpito al volto, ferendolo. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri che conducono le indagini sul ferimento, tra i due c’erano vecchie ruggini e in particolare un precedente di qualche giorno prima, quando si erano affrontati e colpiti, a parti invertite, nei pressi della stazione ferroviaria di Giulianova.

Leave a Comment