Aree montane nell'attenzione del neo deputato Zennaro: incontri coi sindaci e un ufficio nel cratere

TERAMO – Ci sono incontri istituzionali con sindaci e amministratori locali dei comuni montani nell’agenda delle prime cose da fare del neo deputato del Movimento 5 Stelle, Antonio Zennaro, «con l’obiettivo di fare sintesi e sviluppare una serie di provvedimenti ed azioni al rilancio del nostro territorio». Non solo. Zennaro anticipa la sua intenzione di aprire un ufficio di rappresentanza in uno dei comuni del cratere, «un presidio di ascolto per raccogliere in manierta rapida e operativa le istanze provenienti dal territorio». Secondo Zennaro le aree montane del versante teramano «si trovano in uno stato di generale abbandono e le problematiche del dissesto idrogeologico aumentano con sintomi preoccupanti, non da ultimo l’abbassamento del rilevato stradale sulla provinciale Pietracamela-Prati di Tivo». L’analisi del problema relativo alla restituzione delle tasse sospese per i residenti nel cratere e i 5mila sfollati della città di Teramo, è tra le priorità del parlamentare: «Una volta insediato il Governo – dice Zennaro -, si andrà a formalizzare una serie di proposte concrete per ovviare a tale problematica che impatta su migliaia di cittadini».

Leave a Comment