Basciano chiama le imprese: nel bilancio Tari al 50%

BASCIANO – Ci sono agevolazioni che riguardano le imprese, una lieve flessione della Tari per le famiglie e nessun taglio ai servizi nel bilancio di previsione del Comune di Basciano, approvato lo scorso 28 febbraio con i voti della sola maggioranza e quelli contrari dell’opposizione.

«Un bilancio che prevede importanti novità – dice il sindaco Alessandro Frattaroli -: nonostante le entrate tributarie si siano ridotte a causa dell’alto numero di inagibilità degli edifici in conseguenza al sisma, l’Amministrazione è riuscita ad evitare tagli sui servizi e a prevedere anche sconti per famiglie ed imprese». Sono quest’ultime le destinatarie di importanti agevolazioni che puntano ad attrarne gli insediamenti in loco. 

Quelle insediate nei nuclei abitati di Basciano e Santa Maria beneficeranno, dopo la modifica del regolamento Tari, di una riduzione del 50% dell’imposta. «Tale riduzione, che vuole essere una misura di sostegno per tali imprese, è stata decisa dopo aver constatato il grave spopolamento di tali nuclei abitati, a seguito del sisma che ha colpito duramente Basciano – aggiunge Frattaroli -». Per la prima volta si assiste all’istituzione di un capitolo dedicato all’erogazione di contributi per il tessuto produttivo. Il che, assieme alla costituzione della Consulta delle imprese dimostra come l’amministrazione locale punta a valorizzazre la collaborazione delle aziende.

Per quanto riguarda gli incassi, tale riduzione è stata compensata con la previsione di entrate provenienti dagli accertamenti fiscali sull’IMU, in particolar modo sui terreni edificabili, al fine di ridistribuire il carico tributario e l’equità fiscale tra tutti i cittadini di Basciano. Ma c’è anche da prendere in considerazione che il Comune si trova a far fronte ad impegni ereditati dal passato, come la previsione per il secondo anno di utilizzo delle spese per frazionamenti di strade comunali e piazze che da numerosi anni attendono una definitiva sistemazione, il rinnovamento informatico dell’Ente, il pagamento alla Provincia del TEFA per gli anni 2013 e 2014, mai versato.

Tra gli interventi a favore della terza età c’è da segnalare la previsione in bilancio, per il secondo anno, dello stanziamento di somme per ripetere la colonia marina che lo scorso anno ha riscontrato successo e partecipazione tra gli over 65 di Basciano  Per ciò che riguardano le spese per le famiglie, non solo sono rimasti stabili i costi dei servizi a domanda individuale, un considerevole risparmio deriva dal regolamento dei buoni mensa che ha apportato notevoli riduzioni per chi ha più figli e con basso ISEE.

Leave a Comment