Settantenne invaghito (e armato fino ai denti), arrestato sotto casa della donna che minacciava da due anni

GIULIANOVA – Si era appostato sotto l’abitazione della donna, armato fino ai denti, forse preparando un agguato con chissà quale drammatica conclusione. I carabinieri della compagnia di Giulianova, diretti dal maggiore Vincenzo Marzo, hanno messo finalmente le mani sullo stalker che da quasi due anni aveva preso di mira una 47enne giuliese di cui si era invaghito e da cui non era corrisposto. Si tratta di un 70enne di Giulianova, ritenuto il mittene non solo di lettere minatorie, ma anche di cartucce da caccia calibro 12. lasciate sull’auto o recapitate in abitazione. Le indagini erano scattate su denuncia della donna, intimorita e preoccupata che quei segnali fossero premoitori di ben più gravi azioni nei suoi confronti..

Fino a ieri, quando i militari del nucleo radiomobile hanno fermato il pensionato nei pressi dell’abitazione della donna. A bordo, una pistola a tamburo carica con 8 colpi e pronta all’uso, un coltello a serramanico di 20 centimetri, 4 cartucce dello stesso calibro di quelle utilizzate per minacciare la vittima. In casa, il 70enne oltre ad essere stato trovato in possesso delle lettere adesive utilizzate nelle lettere minatorie, deteneva un arsenale: una carabina e una pistola semiautomatica detenute illegalmente e non rubate, una pistola scacciacani senza tappo rosso, 37 cartucce calibro 12, 8 scatole con circa 700 colpi calibro 6 e 4 coltelli a serramanico. Due carabine, queste regolarmente denunciate, erano a casa del figlio, assieme a un chilo di pallini di piombo per preparare cartucce calibro 12. Nei suoi confronti è scattato l’arresto e il magistrato gli ha concesso i domiciliari, sperando ai aver prevenuto un prevedibile gesto di violenza nei confronti della donna.

Leave a Comment