Ruba e incassa l'assegno di rimborso dell'Enel di un condominio. Robin Hood: «Verificate e denunciate»

ATRI – I condomini di una palazzina aspettavano da tempo l’indennizzo dell’Enel per il black out dei giorni della copiosa nevicata e hanno protestato con l’ente gestore per il ritardo, scoprendo che l’assegno con il rimborso di 650 euro era stato spedito e anche incassato. Gli inquilini tramitre l’amministratore condominiale, si sono rivolti alla polizia che al termina delle indagini hanno individuato chi quei soldi li aveva incassati fraudolentemente: si tratta di un 52enne di origini napoletane, che aveva rubato l’assegno e l’aveva versato sul proprio conto corrente. Gli agenti del commissariato di Atri lo hanno denunciato per furto aggravato alla Procura di Santa Maria Capua Vetere, competente per territorio, e continuano il loro lavoro per chiarire come sia entrato in possesso del titolo.
Soddisfazione per l’esito della vicenda è stata espressa dal presidente dell’Associazione Consumatori Robin Hood, Pasquale Di Ferdinando, che per primo lanciò l’allarme sul fenomeno illecito della trafugazione degli assegni, spesso mai giunti ai beneficiari: «
Le indagini dovranno continuare, per le altre denunce acquisite dai vari organi delle forze dell’ordine, e per dare giustizia ai cittadini che aspettano l’esito delle indagini per vedersi riaccreditare le somme – dice Di Ferdinando -. Spesso i tempi lunghi aiutano chi delinque. In questo caso le indagini si sono risolte in pochissimo tempo. Un plauso alla Polizia per la tempestività, che blocca l’attività criminale, ricordiamo che gli assegni sono ancora in corso di invio».

Leave a Comment