Condannato a tre anni per la rapina da 30 euro al cliente del Bancomat

TERAMO – A novembre era stato arrestato dopo aver minacciato e rapinato, armato di coltello, un ragazzo che si era fermato ad effettuare un prelievo ad un bancomat a Petriccione di Castellalto. Una ‘magra’ rapina, con un bottino di appena 30 euro, che al termine del rito abbreviato davanti al gup Roberto Veneziano, è costata a Maurizio Calabrese, 41 anni, di Bellante, una condanna a tre anni per rapina e porto abusivo di armi.

Secondo quanto ricostruito dalle indagini lo scorso novembre l’uomo, con il volto coperto da uno scaldacollo, avrebbe avvicinato un ragazzo che stava effettuando un prelievo ad uno sportello bancomat e minacciandolo con un coltello si sarebbe fatto consegnare i 30 euro che il giovane aveva nel portafogli. A chiamare i carabinieri fu la stessa vittima della rapina, con il 41enne rintracciato poco dopo a Giulianova a bordo della sua
auto. Nel corso della perquisizione del veicolo i militari avevano trovato sia i soldi che il coltello, nascosto sotto il tappetino del conducente.

Leave a Comment