Teramo Basket, ad Ortona la partita della verità

TERAMO – (jdf) Per rubare una formula al ciclismo, serve un ultimo allungo. Il Teramo Basket vincendo contro Nardò ha potuto sfruttare i risultati positivi arrivati da Porto Sant’Elpidio e Matera, con quest’ultima che sarà di scena al PalaBorgognoni mentre la Malloni riceverà Bisceglie, ancora in lotta per il secondo posto. I playoff sono quindi ancora raggiungibili, anzi con una vittoria domani Teramo sarebbe addirittura la favorita, per uno dei due posti da giocarsi appunto contro marchigiani e lucani; senza dimenticare un possibile ritorno di Campli. A questo proposito, il derby dell’ultima giornata contro i farnesi potrebbe essere da dentro o fuori, e di conseguenza la partita più importante degli ultimi 10 anni di Teramo Basket.

Tutti questi calcoli comunque sarebbero inutili, se Lagioia e compagni non riuscissero ad espugnare Ortona, all’ultima spiaggia nella lotta con Val di Ceppo per evitare l’ultimo posto; è questo il pensiero anche di coach Max Gramenzi: “Non è stata una settimana tranquilla – ha esordito – Milojevic è in forte dubbio per un riacutizzarsi del problema al polpaccio ed hanno avuto difficoltà anche Musso e Lagioia”.

Riguardo agli aragonesi, si esprime così: “Sono una squadra molto fisica, strutturata, che si è completata nel corso della stagione, con gli innesti di D’Errico da Campli e D’Eustacchio. I loro punti forti sono la transizione offensiva e i rimbalzi d’attacco, dovremo essere bravi a limitarli in questo”. 

Chiusura inerente al peso della gara: “È difficile dare percentuali, ma di sicuro sarà fondamentale: dobbiamo fare un ultimo sforzo, il derby sarà una partita a parte ma ripeto, dobbiamo vincere ed aspettare gli altri che hanno sfide complicate”. 

Leave a Comment