Teramo, c'è il derby del Riviera fidando nella legge dell'ex

TERAMO – (jacopodifrancesco) La legge dell’ex, domani, potrebbe andare dalla parte del Teramo. Mister Palladini torna al Riviera delle Palme, dove il Teramo cercherà di darsi la spinta decisiva verso la salvezza vincendo un derby che l’anno scorso – col gol di Speranza nel recupero – è stato l’unico momento da ricordare. Proprio di capitan Speranza sarà orfano il Diavolo nel derby di domani, squalificato dopo il rosso di domenica scorsa; al suo posto dovrebbe arretrare Sales, rimpiazzato a sinistra da Varas.

La Samb quest’anno ha costruito le sue fortune lontano dal Riviera, e l’ambiente oltre il Tronto non è dei più tranquilli viste le divergenze di opinioni tra il presidente Fedeli e mister Capuano; nella scorsa giornata hanno interrotto una striscia di cinque risultati utili, perdendo 2-0 a Bassano pur rimanendo terzi in classifica.

Questo il pensiero di Palladini alla viglia: “Sarà sicuramente importante approcciare bene la partita, perchè abbiamo necessità di fare punti e domani incontriamo una squadra forte sotto tutti gli aspetti, che punta tuttora al secondo posto. Vogliamo – ha proseguito – fare una partita equilibrata tatticamente, con l’atteggiamento giusto. L’emozione all’inizio ci sarà, inutile nasconderlo, poi lascerà spazio all’obiettivo principale che è quello di muovere la classifica”.

Si è parlato poi di tattica: “In questi giorni abbiamo provato diverse soluzioni, compresa la difesa a quattro: il 3-4-3, però, è il modulo che ci ha garantito sinora più compattezza. Fare tabelle porta a poco, perchè poi vengono fuori risultati che vanno al di là dei pronostici: dobbiamo solo pensare alla partita di domani – ha spiegato -. Ci mancano quella cattiveria e quella determinazione sotto porta che possono portare ad essere più concreti. Le ultime partite, d’altronde, sono state giocate tutte nella maniera giusta, dobbiamo proseguire su questa linea ma con maggiore cinismo”. 

Chiusura inerente i tanti significati della gara: “Sappiamo tutti quanto sia sentita questa sfida: la Sambenedettese avrà voglia di riscatto dopo la sconfitta di Bassano, ha giocatori offensivi di grande levatura, ma rispettando l’avversario, dobbiamo essere consapevoli che rimanendo concentrati possiamo giocarcela con tutti. Stiamo cercando di recuperare a pieno regime Panico, potrebbe anche essere una soluzione dall’inizio, vedremo. Sappiamo quanto sia importante per noi questa partita”. 

Questa invece la sua risposta a Fedeli: “Abbiamo semplicemente due modi diversi di gestire le situazioni, ma non ho nulla contro di lui, anzi devo ringraziarlo perchè due stagioni fa mi ha offerto una grande opportunità”.

Probabile formazione Teramo: (3-4-3) Calore; Milillo, Caidi, Sales; Ventola, De Grazia, Graziano, Ilari, Varas; Bacio Terracino, Sandomenico, Gondo.

 

Leave a Comment