«Il Comune parteciperà ai bandi di edilizia scolastica»: lo dice D'Alberto che pensa a un tavolo permanente

TERAMO – Il Comune di Teramo parteciperà ai bandi predisposti del Miur per la Regione Abruzzo in tema di adeguamento e miglioramento sismico e antincendio delle scuole. Lo rende noto il candidato sindaco Gianguido D’Alberto, che si è confrontato con gli uffici comunali, ravvisando positivamente la volontà di accedere all’opportunità progettuale: «Io ho proposto, ritenendolo necessario – spiega il candidato sindaco – di puntare soprattutto su proposte relative alla verifiche di vulnerabilità sismica sugli edifici e sui fondi per la progettazione. Credo che prima di formulare proposte, sia necessario avere un chiaro quadro e completo della situazione del nostro patrimonio scolastico per fornire alla futura amministrazione una fotografia certa e permettere interventi più veloci».

Contestualmente ai bandi del Miur, inoltre, D’Alberto ritiene necessario partecipare al bando regionale 2018-2020 sull’edilizia scolastica, per il quale è possibile presentare domanda per un massimo di 4 scuole per Comune per la vulnerabilità sismica e altrettante per l’antincendio. Si dia priorità a quelli dove c’è un progetto di adeguamento sismico molto importante, come la scuola della zona Peep di San Nicolò. Tra i primi atti della sua amministrazione D’Alberto annuncia «l’istituzione di un tavolo che metta insieme istituzioni, ordini professionali famiglie e mondo della scuola che abbia ruolo nelle scelte in tema di edilizia scolastica, improntate al linguaggio della verità, e non all’approssimazione come avvenuto fino ad oggi»

Leave a Comment