Richieste dei lavoratori inascoltate, sindacati contro l'AM Consorzio di Pineto

TERAMO – Minacciano iniziative di lotta, fino allo sciopero, i rappresentanti della Cgil e della Fiadel, per attirare l’attenzione dell’azienda AM Consorzio di Pineto, che gestisce la raccolta dei rifiuti nei comuni di Canzano e Castellalto, che da oltre un anno, dicono i rappresentanti sindacali, non risponde alle richieste dei lavoratori.
Sul tavolo ci sono segnalazioni di mezzi senza manutenzione, assenza di organizzazione del lavoro, la raccolta ingombranti affidata a un solo operatore e con un mezzo senza pedana, l’obbligo di lavorare nelle festivitò infrasettimanali, buste paga non sempre corrispondenti nelle indennità, assenza ad oggi di un piano ferie, spogliatoi senza docce.
«Il servizio dicono Amedeo Marcattili della Cgil e Massimo Di Carlo della Fiadel – finora è andato avanti grazie alla professionalità e all’abnegazione dei lavoratori, i cittadini non hanno riscontrato disservizi di nessun genere ma la pazienza è finita. Non possono essere sempre i dipendenti a pagare le conseguenze di una gestione dell’Azienda a dir poco dilettantistica».

Leave a Comment