Si chiama Chiara il frutto della buona sanità, nata in casa con l'aiuto di mamma e… del 118

TERAMO – E’ sempre piacevole poter raccontare storie di buona sanità, specie quando sono il frutto di una perfetta collaborazione tra sanitari e pazienti. E questa storia è speciale perchè racconta di una pratica desueta ma che mantiene il suo romanticismo, come il parto in casa. La protagonista si chiama Chiara, una bellissima bimba, vanuta alla luce dopo la mezzanotte, nella casa di famiglia nel centro di Teramo. Un parto in casa per scelta dei suoi genitori, in particolare della mamma, che l’ha messa al mondo dopo una normale gestazione e che ieri sera ha accolto medico e infermieri del 118 proprio poco dopo la nascita del feto. Aiutata in famiglia, la professionista teramana, già mamma di un altro figlio, è stata assistita per le procedure necessarie al clampaggio del cordone e all’aspirazione dei liquidi: entrambi sono stati trasferiti sull’ambulanza neonatale attrezzata e accompagnati al Mazzini di Teramo, dove sono assistiti in reparto. Stanno entrambi benissimo e hanno festeggiato con tutta la famiglia il lieto evento.

Leave a Comment