Tre idee nei primi 100 giorni, Cavallari: «Analisi dei contratti, sisma point e cura urbana»

TERAMO – Si chiama "TrexCento", l’iniziativa di emmelle.it che intende scavare nelle proposte dei candidati sindaco in corsa per Palazzo di città il prossimo 10 giugno: pubblicati e declamati i programmi, abbiamo chiesto ai 7 candidati di indicarci tre priorità da risolvere nei primi 100 giorni di mandato. Tre punti chiave per il rilancio della città, che aspetta da tempo segnali concreti che vadano incontro alle esigenze dei cittadini. Ecco le loro indicazioni.

Giovanni Cavallari, candidato per "Bella Teramo", punta su
Analisi del bilancio, dei contratti e delle convenzioni per avviare il risanamento economico: dobbiamo abbandonare il modus operandi del passato per riportare l’ordinaria amministrazione in un percorso di normalizzazione: controllo sulla spesa, sulla regolarità e correttezza delle procedure nei bandi di gara, nelle convenzioni e nell’esecuzione dei lavori pubblici. Sarà tutto svolto nella massima trasparenza perché vogliamo la massima partecipazione dei cittadini. Sarà un impegno costante ed inderogabile grazie alla quale tutti potranno accedere alla consultazione delle attività che il Comune intende svolgere e conoscere lo stato del bilancio e la sua evoluzione.
2 Programmazione volta al rilancio dell’economia. Dovremo organizzare immediatamente un Tavolo di confronto con tutte le realtà economiche cittadine per avviare un serio lavoro di programmazione. Voglio lavorare per richiedere il potenziamento delle misure previste per la Zona Franca Urbana Sisma centro Italia, la rimodulazione della misura del POR FESR 2014-2020 della Regione Abruzzo a favore dei quattro comuni capoluogo, la rimodulazione del Masterplan per portare in città tutti i fondi inizialmente previsti per Teramo e poi dirottati in altre aree della regione, Inserimento dell’area del cratere nell’’Obiettivo convergenza’ nella programmazione dei fondi europei 2021/2027 in modo da ottenere maggiori possibilità di finanziamento a fondo perduto per le imprese che vorranno investire a Teramo.
3 Ricostruzione, piano asfalti e recupero del decoro urbano. Attivazione di un’unità di coordinamento con l’Ufficio Speciale Ricostruzione con la costituzione dell’Ufficio sisma comunale, il Sisma Point, che dovrà garantire assistenza e competenza ai cittadini. Attivare un Piano asfalti che possa prevedere le esigenze e gli impieghi di risorse nei 5 anni a venire attraverso una specifica voce del bilancio, attivazione di una piattaforma web dove sarà possibile segnalare tutte le criticità urbane che il cittadino rilevi per una immediata risposta. Pianificazione e rigenerazione urbana per avviare un percorso di valorizzazione degli spazi della città diffondendo la cultura del decoro urbano, con cura costante della manutenzione ordinaria.

Leave a Comment