Tre idee nei primi 100 giorni, Di Dalmazio: «Rigenerazione urbana, economie di gestione e città accessibile»

TERAMO – Si chiama "TrexCento", l’iniziativa di emmelle.it che intende scavare nelle proposte dei candidati sindaco in corsa per Palazzo di città il prossimo 10 giugno: pubblicati e declamati i programmi, abbiamo chiesto ai 7 candidati di indicarci tre priorità da risolvere nei primi 100 giorni di mandato. Tre punti chiave per il rilancio della città, che aspetta da tempo segnali concreti che vadano incontro alle esigenze dei cittadini. Ecco le loro indicazioni.

Mauro Di Dalmazio, candidato delle civiche Al Centro per Teramo e Azione Politica, punta su:
1 Redazione di un programma quadro per la rigenerazione urbana e la rivitalizzazione economico-sociale e culturale  della città che preveda azioni e modalità di attuazione flessibili e con tempistiche ben definite. La programmazione è fondamentale per il rilancio della nostra città che deve porre in essere azioni strategiche e coordinate. In tal senso, prodromici sono gli interventi immediati per il decoro, la cura e la manutenzione e pulizia della città, delle aree verdi e dei parchi.
2 Interventi sul bilancio con azioni per generare economie gestionali (anche in relazione al rapporto con la Teramo Ambiente) al fine di adottare politiche di incentivazione e defiscalizzazione a sostegno della creazione di impresa  e attività economiche, in particolar modo quelle giovanili.
3 Attuazione del Piano di eliminazione delle Barriere architettoniche. L’accessibilità e la fruibilità rappresentano  un valore fondamentale  per una città aumentando il grado di inclusività sociale e di attrattività complessiva.

Leave a Comment