A 48 ore dal via l'edizione 46 della Coppa Interamnia rischia di non partire

TERAMO – Combatte con le difficoltà fino ai minuti prima del debutto anche la 46esima edizione della Coppa Interamnia di pallamano, che partirà il 5 luglio con la parata inaugurale lungo le vie del centro storico. A 48 ore di distanza, infatti, ancora non vegono allestiti gli alloggi degli atleti: il sindaco Gianguido D’Alberto ha firmato oggi le ordinanze per requisire gli istituti scolastici e la stessa cosa farà il presidente della Provincia, Renzo Di Sabatino, con due istituti superiori (il Di Poppa e l’Iti). Ma le prime comitive sono già in arrivo a cominciare da polacchi e russi. E’ stato un Gigi Montauti spento, depresso, quello che ha reso noto le grandissime difficoltà logistiche in quella che è stata la presentazione della Coppa, all’Ipogeo. Con lui anche il consigliere federale della Federazione Pallamano il teramano Fabrizio Quaranta che non collabora più con la Coppa ma che si occuperà del torneo delle nazionali Under 20 (Italia, Grecia, Israele e Finlandia) che nel week end (da venerdì 6 a domenica 8 in piazza Martiri) innalzeranno il livello tecnico della manifestazione. Il sindaco ha inviato tutti a «guardare la Coppa co gli occhi di quando eravamo ragazzini, quando eravamo presi dalla trepidazione per l’imminente avvio, dalla gioia del suo svolgimento, dalla tristezza quando era conclusa». Il sindaco ha suggerito un cambio di metodo per l’organizzazione della Coppa, per evitare le vicissitudini di ogni anno e l’indecisione sul suo svolgimento, con l’impegno «a far diventare il comune non il mero fornitore logistico ma il collante dei soggetti protagoniti della Coppa». Un pò come hanno detto Renzo Di Sabatino per la Provincia (che firmerà per concedere due palestre delle superiori, del Di Poppa e dell’Iti) e Salvatore Florimbi della Camera di Commercio: tornare a farne incontro di culture e spirito di accoglienza, rendendosi finalmente conto che la Coppa è il più efficace strumento di marketing territoriale in possesso della città di Teramo, e che resiste nonostante le crisi.
Il programma della Coppa. La 46esima edizione della Coppa Interamnia partirà il 5 luglio alle ore 20.30 con la classica parata inaugurale per le vie del centro storico, per concludersi l’11 luglio con le finali e la manifestazione conclusiva delle premiazioni. Saranno 123 le squadre partecipanti, di 33 nazioni di 4 continenti. Torneo delle rappresentative universitarie mondiali nel Gtran Prix Interamnia UniTe, alla seconda edizione, per le formazioni studentesche di Algeria, Hong Kong, Iran, Afghanistan, Argentina, Palestina e di casa di UniTe. Non mancheranno le attività culturali colletarali, a cominciare dal premio di videomaking intitolato ad Antonio Forlini, il concorso di Miss e Mister Interamnia, l’escursione ai Prati di Tivo, l’incontro con le specialità enogastronomiche per arbitri e dirigenti agli scavi archeologici di Madonna delle Grazie, che ospiterà anche il talent canoro Mix Factor, e poi i concerti di Julia Jazz 2018, gli spettacoli di FareArte, quattro serate in piazza Sant’Anna, le mostre di Marco Pace e Massimiliano Verdino nella sala di via Palma.

Leave a Comment