Bagnino del 'Costa Sicura' salva padre e figlia che rischiano di annegare

TORTORETO – Padre e figlia salvati da un bagnino della società ‘Costa Sicura’ che a Tortoreto gestisce le torrette del servizi di salvamento, nello specchio di mare antistantee lo chalet Oasi International. L’intervento è stato drammatico: il corpo dell’uomo di 63 anni, turista di Domodossola, affiorava a un centinaio di metri dalla riva, e su di lei cercava di mantenersi a galla la figlia 12, in preda al panico. Charly Nasr, teramano d’adozione, ha raggiunto entrambi e aiutando con il baywatch ha rianimato l’uomo, prima dio trascinarlo a riva, portando sulle spalle la ragazzina. Aiutato sulla battigia da una collega (Eleonora Giri) che nel frattempo aveva allertato il 118, è stato possibile trasferire all’ospedale di Giulianova con l’intervento del personale sanitario, mentre la ragazzina ha superato l’enorme spavento. In attesa nel paizzale del camping c’era anche l’elicottero del 118 giunto da Pescara, ma i sanitari hanno preferito optare per il trasferimento in ambulanza al vicino nosocomio giuliese, dove adesso il 663enne piemontese è ricoverato in rianimazione in prognosi riservata. Non correrebbe pericolo di vita.

Leave a Comment