Piane del fiume di Pretara risorge dopo la distruzione della slavina FOTO

ISOLA G. SASSO – Dalla distruzione provocata dalla valanga nell’inverno dello scorso anno ad una rinascita che ha del miracoloso. E’ quella che ha permesso di riaprire, già da qualche settimana, l’area camping delle Piane del Fiume di Pretara di Isola che non solo è tornata a mettere a disposizione tutti i servizi ma che, grazie all’impegno della cooperativa "Le Sorgenti", è riuscita addirittura ad implementarli. In quella piana rinomata da tutti gli amanti del campeggio, della montagna e dello sport all’aria aperta, fino a qualche mese fa erano ancora evidenti i segni del passaggio della slavina che nel 2017 ha travolto una parte dell’area campeggio, comprese le strutture per la cottura e alcune fontane. Per chi ha avuto la possibilità di visitare quei luoghi, tornare oggi alle Piane del Fiume rappresenta un viaggio nel passato, o meglio, nel futuro. Della distruzione non è rimasta alcuna traccia e i servizi sono stati migliorati. Tutto questo grazie all’impegno della locale Amministrazione Separata di Pagliara e, soprattutto, della cooperativa sociale ‘Le Sorgenti’ che ha ottenuto l’affidamento dell’area. Guidata da Ennio Tomolati e Pietro Mercante, la coop è riuscita in poche settimane a ripristinare i luoghi, mettere in sicurezza la via d’accesso (che per lunghi mesi è stata interdetta), ripulire l’area, sistemare nuovi tavoli e nuove panchine, piazzare la cartellonistica. Adesso le Piane del Fiume offrono ben 4 aree parcheggio, un’ampia zona per pic-nic all’ombra degli alberi, un’area camping nel verde (con tanto di allacci dell’acqua per le docce), bagni chimici e punti fuoco per poter cucinare in totale sicurezza. Una vera e propria area polifunzionale immersa nel verde, a due passi dal fiume che, finalmente, può tornare ad essere utilizzata. Piane del Fiume rappresenta il punto di partenza per diversi percorsi escursionistici, tra i più affascinanti che la montagna abruzzese possa offrire.

Leave a Comment