Il mare grosso e il vento non permettono a 'Riscatto' il record col pattino dalle Tremiti

GIULIANOVA – Non c’è stato record ma ugualmente di impresa si è trattato. I giuliesi Fioravante Palestini, noto come "Gabriellino", e Paolo Clementoni, hanno combattuto contro mare e vento sul pattino ‘Riscatto’ per chiudere il tragitto di 80 miglia marine dalle Isole Tremiti fino al porto di Giulianova, ma a circa 5 miglia dall’arrivo, questa mattina, hanno dovuto arrendersi: la perturbazione che purtroppo ha accompagnato la traversata, ha creato condizioni di mare tali da far decidere all’organizzazione, per motivi di sicurezza dei due atleti, di far rimorchiare il pattino da una delle imbarcazioni di appoggio. I due vogatori sono apparsi stanchi ma soddisfatti di aver messo a segno comunque un’altra grande performance sportiva, cui la coppia ha abituato gli appassionati del mare, e "Gabriellino" in particolare, protagonista di tante traversate dell’Adriatico, tra la sponda abruzzese e quella croata. Quest’anno i due hanno scelto di affrontare la tratta dalle isole Tremiti, tentativo che Palestini ha dedicato all’ambiente, in un evento inserito nella settimana che il Circolo Nautico "Vincenzo Migliori" di Giulianova, presieduto da Sergio Quirino Valente, ha dedicato interamente all’ecologia, in collaborazione con Ente Porto e Lega Navale Italiana, e la partecipazione della Regione Abruzzo, Comune di Giulianova e Camera di Commercio di Teramo. Intervistato all’arrivo in porto da Francesco Marcozzi di Radio G, Palestini si è detto soddisfatto e ha annunciato l’intenzione di organizzare una sfida tra pattini delle marinerie locali, da sud a nord di Giulianova, dedicando questa ennesima impresa sportiva alla città di Giulianova.

 

Leave a Comment