Badante teramano usava la casa dell'anziano assistito quale copertura per lo spaccio

BELLANTE – Assisteva un anziano malato e aveva scelto la sua abitazione come ‘copertura’ per ricevere clienti ai quali vendere cocaina. Armando Di Rocco, 51enne badante di Teramo, è finito così in manette per detenzione a fini di spaccio di stupefacenti in flagranza di reato. I militari erano stati insospettiti dal continuo andirivieni di persone che inspiegabilmente frequentavano quella casa dove si sapeva viverci una persona non autosufficiente e malata. Quando sono entrati nell’abitazione, con una unità cinofila, il cane Sissy, una femmina di pastore tedesco, ha ‘puntato’ subito una zona della sala da pranzo dove c’erano un mobile e una matrioska: al suo interno i militari della stazione di Bellante e del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia fi Alba Adriatica hanno trovato 20 grammi di cocaina divisi in bustine sigillate, e in un tiretto anche altri grammi di mannite, sostanza utilizzata per il taglio dello stupefecente, e un bilancino elettronico. E’ subito parso verosimile che non potesse essere il 65enne allettato il ‘proprietario’ di quella sostanza e le attenzioni sono state rivolte al 51enne che assisteva l’uomo con regolare contratto da badante. L’uomo è stato arrestato e mewsso agli arresti domiciliari in attesa del giudizio.

Leave a Comment