Farmacia comunale, numeri tutti in positivo. D'Alberto: «Avevamo ragione a non dismetterla»

TERAMO – L’Assemblea dei soci della Farmacia Comunale di Teramo, nella riunione a cui ha partecipato anche il sindaco Gianguido D’Alberto, ha approvato il bilancio di esercizio 2017, che registra un utile di 17.646 euro, il doppio rispetto al precedente esercizio. Come confermato dal Presidente del CdA, l’utile a regime per la Società sarebbe in realtà di oltre 112mila euro, se si aggiungessero la contabilizzazione del contratto di leasing  e l’ammortamento delle spese pluriennali, invece non considerate.

Va rilevato che il volume dei ricavi, che era progressivamente cresciuto nel corso degli esercizi con un trend positivo sino agli eventi sismici 2016, dopo un brusco calo dovuto all’esodo di tanti residenti, è tornato a crescere dal secondo semestre 2017. Da tale periodo, il trend è tornato sui livelli del primo semestre 2016: il fatturato aziendale, come anche i risultati di gestione, sono così tornati in linea con quelle che erano le attese in fase di costituzione della Farmacia. Altre voci del Bilancio testimoniano il trend positivo: il margine operativo lordo ha superato il 9% del fatturato (dato mai raggiunto prima) e la posizione finanziaria netta è attiva. Inoltre, non c’è alcun debito verso le banche come con l’erario o gli istituti previdenziali (a parte il debito corrente). L’assemblea ha approvato anche la relazione di governo (è forse l’unica società controllata da Ente Pubblico abruzzese ad aver adempiuto a tale obbligo già dal 2017). In sostanza, la Farmacia Comunale rispetta in pieno tutte le prescrizioni e previsioni del programma di gestione.

Mannifesta soddisfazione il sindaco D’Alberto: «E’ raro trovare nel panorama delle partecipate pubbliche una società con i numeri presentati. Di questo va innanzi tutto dato merito ai gestori, che evidentemente hanno saputo condurre le attività aziendali con preparazione e lungimiranza. I numeri, confermano la bontà della scelta sostenuta da noi dell’opposizione nella passata consigliatura, quando avevamo considerato non cedibile la partecipazione del Comune di Teramo nella società ha aggiunto il primo citadino -. È significativo sottolineare, poi, il ruolo della Farmacia Comunale nella vita del quartiere di Colleatterrato; essa è di fatto un punto di riferimento e conferisce valore aggiunto a tutto il quartiere. Proprio per questo, in assemblea abbiamo convenuto sulla necessità di sviluppare servizi aggiuntivi per i cittadini, in sinergia con la Asl».

Leave a Comment