Botte da orbi al porto tra tifosi di Teramo e Giulianova dopo l'Aperistreet: tre arresti e tre feriti

GIULIANOVA – Finisce in rissa tra tifosi giuliesi e teramani l’Aperistreet al porto giuliese: il bilancio è di tre arrestati, un denunciato e tre feriti in ospedale. Tutto è accaduto attorno alle tre e mezza, in chiusura della riuscita manifestazione di intrattenimento sulla darsena, che si era aperta anche con un minuto di raccoglimento per le vittime del viadotto crollato a Genova. La violenta colluttazione è scoppiata tra una ventina di persone, poi individuate per teramani e giuliesi che si sono azzuffati verosimilmente per questioni legate all’antagonismo tra le opposte tifoserie calcistiche di Giulianova e Teramo. Nella zona sono subito intervenuti cinque carabinieri della stazione di Giulianova, già in servizio proprio per garantire l’ordine pubblico per la manifestazione. I militari hanno tentato di separare i più rissosi che si disperdevano tra la folla ma a darsela di santa ragione sono rimasti in tre, due fratelli giuliesi e un 22enne teramano, per calmare i quali sono dovuti intervenire di rinforzo anche i carabinieri della pattuglia del nucleo operativo e radiomobile, anche perchè i tre se la prendevano anche con i militari. I contendenti sono stati bloccati soltanto grazie all’utilizzo dello spray al peperoncino: immobilizzati, sono stati condotti in caserma, dove sono stati arrestati per rissa e minaccia aggravata. Si tratta di N. e G.D.T., di 32 e 28 anni di Giulianova, e di S.D. teramano di 22 anni. Durante le operazioni di trasferimento in caserma dei tre arrestati, interveniva in ausilio dei fratelli un altro giuliese di 29 anni, D.M. le sue iniziali, che tentava di favorirne la fuga: è stato denunciato alla Procura. Gli arrestati si trovano custoditi nelle camere di sicurezza della Compagnia di Giulianova, in attesa dell’udienza di convalida prevista per domattina presso il Tribunale di Teramo. Tre carabinieri hanno dovuto far ricorso alle cure del pronto soccorso dell’ospedale di Giulianova per alcune contusioni. Sono in corso le indagini per identificare anche gli altri partecipanti alla rissa. 

Leave a Comment