incidente mortale martinsicuro

TERAMO – Dovrà rispondere della contestazione di omicidio stradale per la morte dell’amico che viaggiava sulla sua macchina, R.V., 27enne di Monterotondo. I rilievi per chiarire la dinamica dell’incidente verificatosi nella notte tra sabato e domenica in via Roma a Villa Rosa di Martinsicuro, in cui ha perso la vita Claudio Maria Di Addezio, 27 anni, originario di Martinsicuro ma residente anche lui nel comune romano, hanno accertato attraverso l’alcol test che il giovane conducente aveva bevuto oltre il consentito per guidare una macchina. Per il momento gli è stata ritirata la patente, e sarà ascoltato nelle prossime ore per fornire la sua ricostruzione del tragico schianto. La sua Citroen C3 è dapprima piombata su una Golf in sosta sul lato destro di via Roma, nella direzione verso Martinsicuro, e poi si è scontrata contro la Bmw che procedeva in senso contrario, finendo con il ribaltarsi. Le conseguenze peggiori le ha riportate Di Addezio, che era seduto sul sedile posteriore: è stato estratto dall’abitacolo morente, i soccorritori hanno tentato disperatamente di rianimarlo ma è stato purtroppo vano. Anche gli altri due occupanti della utilitaria hanno riportato traumi seri: il più grave è il 26enne A.E., che è stato trasferito a Teramo per essere assistito dall’equipe di neurochirurgia e per un altro trauma addominale: non corre pericolo di vita anche se ne avrà per due mesi di prognosi. E’ rimasto ferito in maniera lieve anche l’uomo di Tortoreto, G.M. di 59 anni, che guidava la Bmw su cui è finita la Citroen nella carambola: la frattura ad una mano gli è stata contenuta all’ospedale di Giulianova, ma nel contempo si è visto ritirare, anche lui, la patente. Il test di rito in caso di incidente per rilevare l’eventuale stato di ebbrezza ha accertato anche per lui un superamento, anche se più lieve, del minino consentito di alcol nel sangue. Lo schianto notturno ha tenuto in apprensione la frazione di Villa Rosa, purtroppo abituata a queste tragedia legate alla strada e alla velocità. Sul posto per i soccorsi sono intervenuti i vigili del fuoco e tre ambulanze, del 118 dai presidi di Giulianova e Sant’Omero e della Croce Verde di Martinsicuro. I carabinieri hanno effettuato i rilievi e hanno chiuso la strada a lungo per concluderli: il magistrato di turno ha deciso di soprassedere con l’autopsia sulla salma del 27enne, che stava trascorrendo le vacanze nel centro teramano, per restituirla ai famigliari per le esequie.   

 

Leave a Comment