Ladre 'funambole' arrestate dai Cc mentre fuggono appese alla grondaia FOTO

PINETO – Hanno tentato la via di fuga aggrappandosi alla grondaia della palazzina, per evitare l’arresto dei carabinieri, intervenuti dopo la segnalazione di alcuni residenti che le avevano viste mentre armeggiavano con un cacciavite alla serratura del portone di ingresso condominiale. Ma le due sprovvedute ladre, una minorenne, l’altra appena maggiorenne, provenienti da un campo nomadi della capitale, sono state beccate ancora appese al balcone dell’pabitazione a primo piano in cui erano entate. E’ successo a Pineto, nel tardo pomeriggio di ieri. Tra la segnalazione al 112 dsei residenti e l’arrivo dei militari, le due giovanissime zingare erano già entrate in un appartamento del condominio ma non sono riuscite a rubare nulla perchè sono dovute fuggire, senza riuscirvi. La maggiorenne è stata arrestata e trasferita nel carcere diCastrogno a Teramo. Per l’altra più giovane è scattata la denuncia alla Procura presso il Tribunale dei minorenni L’Aquila ed e stata riconsegnata ai propri genitori, venuti a riprendersela a Giulianova. L’accusa, per entrambe, è quella di furto aggravato e porto abusivo di strumenti atti allo scasso:con loro avevano due grossi cacciaviti ed altri arnesi utili per forzare le serrature.

Leave a Comment