Sabato la consegna dell'onorificenza Guido II degli Aprutini a due grandi donne. Emma Bonino ed Edith Bruck

TERAMO – E’ tutto pronto per la grande cerimonia che sabato mattina, nell’Aula Magna Benedetto Croce dell’Università di Teramo, con cui verranno insignite dell’onorificenza Guido II degli Aprutini due donne di spessore, che prima di riceverle terranno le loro lectio magistralis: Emma Bonino ed Edith Bruck. La prima, deputata dal 1976, già ministro degli Affari Esteri, per il Commercio internazionale e per le Politiche europee, dal 2008 al 2013 è stata anche vicepresidente del Senato, ma soprattutto Commissario Europeo per gli Aiuti umanitari tra il 1994 e il 1999. Edith Bruck, scrittrice di famiglia ebrea, originaria dell’Ungheria, nel 1944 finì nei campi di concentramento di Auschwitz, Dachau e Bergen-Bielsen, dove sopravvisse alla deportazione e approdò in Italia. Autrice di una vasta produzione letteraria, dal suo libro Andremo in città, collana di racconti pubblicato nel 1962, il marito Nelo Risi ha tratto l’omonino film. E’ sempre ispirata alla tragedia dell’Olocausto, di cui è portatrice del ricordo dovunque. La cerimonia che vedrà lei e la Bonino insignite dell’onorificenza, – conferita per la prima volta nel 2015 al vicepresidente emerito del Consiglio Superiore della Magistratura, Giovanni Legnini -, vedrà la presenza di questi, del ministro e già premier del Belgio, Elio Di Rupo, del senatore Luciano D’Alfonso e l’intervento del rettore uscente di UniTe, Luciano D’Amico. Il corteo accademico e l’esecuzione dell’Inno d’Italia da parte della Banda dei carabinieri e del Coro Verdi (nell’occasione in formazione con il coro del Liceo Musicale Delfico e il Coro Gamut di Pescara) apriranno la celebrazione.

Leave a Comment