Pedaggi A24 congelati fino a giugno. In mattinata i sindaci erano scesi in piazza FOTO

TERAMO – «In merito alla sterilizzazione degli aumenti tariffari 2018 e 2019 sulle autostrade A24 e A25, il Ministro Danilo Toninelli e i suoi uffici hanno impegnato fino agli ultimi giorni dell’anno per individuare una soluzione che evitasse lo spropositato aumento di oltre il 18% sui pedaggi dal 1° gennaio 2019 con il concessionario Strada dei Parchi». Lo afferma il Ministero delle Infrastrutture (Mit). «Nonostante la disponibilità del Mit, non è stato raggiunto un accordo a fronte della reiterazione di pretese che il gestore sapeva e sa non essere accettabili e si è dunque proceduto con decreto interministeriale per sterilizzare, almeno fino alla fine giugno, gli aumenti dei pedaggi: sia quello del 12,89% previsto per il 2018 sia quello del 5,59% che sarebbe dovuto scattare domani. Questi rincari sono il frutto del mancato raggiungimento, per i 5 anni della precedente legislatura, di una soluzione strutturale sulla concessione, che adesso invece il Ministero sta perseguendo fattivamente, da ultimo attraverso l’interessamento diretto della Commissione Ue. Questo – conclude il Mit – senza dimenticare l’impegno per la messa in sicurezza dei viadotti, che resta prioritaria e sulla quale l’attenzione è stata massima sia nel controllo che nella ricerca di soluzioni concrete che hanno visto l’anticipo dei 192 milioni di euro previsti per questo nel Decreto Genova».
La protesta dei sindaci e parlamentari all’Aquila. In mattinata c’era stata intanto la protesta annunciata di sindaci e parlamentari con sit-in al casello autostradale dell’Aquila. «Con oltre 100 sindaci e amministratori – ha scritto la parlamentare Dem Setfania Pezzopane, stamani abbiamo occupato l’autostrada al casello L’Aquila ovest. Una protesta necessaria perché restano solo poche ore per scongiurare l’aumento del 18 per cento per i pedaggi a partire da domani. Una stangata insopportabile e il ministro Toninelli non ha mantenuto nessuna delle promesse fatte. Ora, se non vuole avere ancora una volta un atteggiamento vergognoso, deve imporre ad Anas la sterilizzazione senza oneri per l’Autostrada dei Parchi».
«Toninelli – spiega la Pezzopane – aveva garantito già a settembre ai sindaci abruzzesi di scongiurare gli aumenti tariffari al più tardi con una norma inserita nella legge di Bilancio».

 

Leave a Comment