Mentre pulisce il giardino gli esplode bottiglia con liquido infiammabile: carabiniere grave, trasferito a Roma

ALBA ADRIATICA – Incidente domestico dai contorni ancora misteriosi in un’abitazione di Alba Adriatica: C.I., carabiniere 51enne in servizo a Roma, è stato investito dall’esplosione di una bottiglie contenente forse benzina ma in ogni caso un liquidio infiammabile, mentre puliva il giardino della sua casa estiva. Il militare è adesso ricoveratoin gravi condizioni al Sant’Eugenio di Roma per ustioni di secondo grado sul 40 per cento del corpo. L’uomo ha rischiato di trasformarsi in una torcia umana mentre si trovava in giardino. Aveva raccolto il fogliame che si era accumulato durante la chiusura invernale dell’abitazione e aveva fatto un pò di pulizia, raccogliendo i rifiuti e gli scarti erbacei in due grossi sacchi di plastica neri. Non si sa con esattezza quale utilizzo avrebbe dovuto fare della bottiglia che aveva con sè e che all’improvviso, forse perchè esposta a una fonte di calore, è letteralmente esplosa nelle sue mani, investendolo in pieno. Le fiamme lo hanno avolto al torace, alle braccia e alle gambe. E’ stato immediatamente soccorso dalla moglie che si trovava in casa ma il personale del 118 con il mezzo attrezzato che staziona alla Bambinopoli è stato provvidenziale per prestargli la prima assistenza. La gravità delle ferite è stata tale però, che la centrale operativa del 118 al Mazzini ha gestito direttamente il trasferimento al centro specializzato romano, soprattutto perchè il calare della luce avrebbe potuto comlicare il successivo trasferimento nella capitale. L’eliambulanza ha portato il ferito fino al centro militare della Cecchignola, dove il velivolo è atterrato, dove era pronto il mezzo stradale per il ricovero al Centro grandi ustionati del Sant’Eugenio. La prognosi del 51enne è riservata. Sull’episodio indagano i carabinieri della compagnia di Alba Adriatica.

Leave a Comment