Auto a fuoco dentro il Traforo, funziona il piano di emergenza. Illesi il conducente e due anziani

TERAMO – Ha funzionato il piano di emergenza organizzato per il Traforo del Gran Sasso questa mattina, in occasione dell’incendio del vano motore di una macchina che procedeva in direzione L’Aquila. I mezzi antincendio, sia quelli di servizio di Strada dei Parchi, che dei vigili del fuoco, hanno potuto raggiungere il mezzo in fiamme, nonostante la lunga fila di macchine e mezzi pesanti, percorrendo la corsia di marcia lasciata libera dalle disposizioni del gestore autostradale. I pompieri dell’Aquila hanno raggiunto la zona del rogo, all’altezza dell’ingresso dei Laboratori di Fisica, percorrendo la ‘canna’ contromano. L’incendio si è verificato attorno alle 8: il conducente della Peugeot 206, un 42enne teramano che viaggiava assieme ai due anziani genitori, si. accorto del fumo dal vano motore e ha subito lasciato la vettura assieme agli altri occupanti, in attesa dell’arrivo dei mezzi antincendio. I primi a raggiungere l’autovettura sono stati gli adetti di Strada dei parchi che hanno provveduto a spegnere le fiamme, a cui si sono aggiunti i vigili del fuoco dall’Aquila e da Teramo, intervenuti secondo le procedure del piano di emergenza redatto proprio per le gallerie del Traforo.
I vigili del fuoco hanno messo in sicurezza la porzione di galleria interessata dalle fiamme e il mezzo incendiato. Sul luogo dell’incendio ha operato anche una pattuglia della polizia autostradale. Nel complesso l’incendio ha interessato solo una porzione dell’auto e si è sprigionata una ridotta quantità di fumo, ma la gestione dell’intervento è stata caratterizzata da rapidità operativa ed una perfetta sinergia tra tutte le componenti in campo, con l’obiettivo di eliminare i rischi e limitare i disagi per gli utenti della galleria autostradale.

Leave a Comment