Si stringono i tempi per la nomina del nuovo direttore generale dell'Izs

TERAMO – Si entra nella settimana decisiva per quel che riguarda le nomine della nuova governance dell’Istituto zooprofilattico sperimentale dell’Abruzzo e del Molise ‘G. Caporale’. Se nel fine settimana dovrebbe essere prevista l’indicazione finale, da parte della Regione Abruzzo, del nominativo che dovrà ricoprire la poltrona di presidente del Consiglio di amministrazione che fino a ieri era di Manola Di Pasquale, il presidente Marco Marsilio potrebbe stringere i tempi prima per designare il nuovo direttore generale dell’Istituto.
Formalmente vacante, dopo la decadenza del dg uscente Mauro Mattioli (scaduto a gennaio), il ruolo è stato retto finora, con lunsinghieri risultati sotto il profilo della programmazione e della gestione, dall’ex direttore sanitario dell’Ente, Nicola D’Alterio. Il ben fatto e le credenziali in possesso del 49enne veterinario abruzzese, ne fanno l candidato più forte alla successione al vertice della struttura di ricerca di Campo Boario. In Regione all’Aquila sono cominciati i colloqui dei candidati che hanno proposto la manifestazione di interesse al bando regionale pubblicato il 12 agosto scorso e scaduto il 13 settembre. Sono in totale 14 i partecipanti (oltre a D’Alterio) e di questi 5 sono candidati interni (Paolo Calistri, Daniela Morelli, Nicola Ferri, Giacomo Migliorati e Antonio Petrini, anche se quest’ultimo è transitato nelle file dell’Oie, l’organizzazione mondiale della sanità animale): sono tutti dirigenti di settori vitali della struttura e dotati di grande esperienza anche sotto il profilo manageriale. Dal Ministero della salute arriva la candidatura di una vecchia conoscenza dell’Izs teramano, quell’Ugo Santucci direttore della sanità animale e dei farmaco veterinari, interfaccia governativa del lavoro sinergico degli istituti zooprofilattici italiani. Del ministero è un dirigente delle sedi distaccate di Imperia e di Genova, Antonello Campagna, medico chirurgo che in Abruzzo, nel 2012, ha conseguito, alla D’Annunzio, la laurea in Economia e management dei servizi sanitari. Di rilievo le candidature degli altri aspiranti direttori generali. Nicola Decaro è veterinario microbiologo dell’Università di Bari, Antonio Forciniti, ex capitano dei Nas del Molise, è direttore amministrativo dell’Asrem, Umberto Sciscione, veterinario, è stato dirigente della Asl di Latina, il veterinario Giuseppe Torzi, è direttore del Dipartimento di prevenzione della Asl di Lanciano Vasto Chieti, Giovanni Filippini – anche lui veterinario –  è dirigente dell’Area Diagnostica Generale e Benessere Animale dell’Istituto Zooprofilattico dell’Umbria e delle Marche, Lorenzo Terzi fa parte dell’organizzazione DG Sante della Commissione Europea.

Leave a Comment