Addio a Dante 'Fasciul', teramano dentro e sportivo d'altri tempi

TERAMO – Addio a un grande imprenditore ma anche a un grande uomo di sport. Nella notte è venuto a mancare, all’ospedale di Sant’Omero, all’età di 82 anni, Dante Ulisse, già costruttore edile, un personaggio teramano che tanti conoscevano con il soprannome di ‘Fasciul’. Con lui se ne va il rappresentante di una teramanità genuina, quella cresciuta in corso Porta Romana, il cuore pulsante della Teramo che fu, produttiva e tradizionale. Ma Dante fu anche uno degli appassionati del calcio che ebberro la felice intuizione di far nascere e crescere la leggendaria Juventus Teramo e che offrì un contributo sostanzioso perchè diventasse un punto di riferimento per tantissimi giovani calciatori e tantissimi appassionati di questa disciplina. ‘Fasciul’ ci ha lasciati con la sua nota riservatezza, combattendo fin dove ha potuto e da quando lo ha conosciuto, quel male inesorabile che non tiene conto di chi sei, chi sei stato e quanto hai già sofferto nella vita. Di Dante Ulisse ci resterà il sorriso, la giovialità, la sua arguta ironia, la sua solarità e quello sguardo affettuoso che da sempre celava un dolore mai risolto. Che la terra ti sia lieve, Dante, oggi che raggiungerai il tuo caro Fabio. Le più sentite condoglianze alla moglie Ada e alla figlia Grazia, al genero Alessandro e alle nipoti Fabia e Lorenza. La salma è esposta presso la Casa funeraria ‘Petrucci Carlo’, nella zona artigianale di Villa Pavone, in via Martiri delle Foibe, dalle 8 alle 22. I funerali saranno celebrati venerdì 13 dicembre, alle 10, nella chiesa dei Cappuccini in viale Mazzini.

Leave a Comment