In prefettura maxi riunione di Viabilità Italia per trovare soluzione al sequestro di Cerrano

TERAMO – Si è aperta alle 11 di questa mattina, presso la prefettura di Teramo, la riunione indetta e presieduta da Giovanni BUsacca, presidente di Viabilità Italia, dietro richiesta del prefetto teramano, Graziella Patrizi. All’ordine del giorno dell’incontro l’individuazione di possibili soluzioni coordinate per reinstradare il traffico pesante in transito lungo la A14, sia da Nord che da Sud, su itinerari alternativi di lunga e media percorrenza, al fine di evitare le pesanti criticità legate al sequestro preventivo del Viadotto Cerrano sulla A14 e dal conseguente provvedimento di interdizione al traffico dei mezzi aventi una massa a pieno carico superiore a 3,5 tonnellate, nel tratto compreso tra le stazioni di Atri-Pineto e Pescara Nord, con dirottamento sulla strada statale 16. Il prefetto Patrizi, in apertura della riunione, ha riferito che le valutazioni verranno fatte sulla media e lunga percorrenza: "Noi daremo delle indicazioni, non possiamo imporre nulla, metteremo in campo tutte le possibilità, aiutati anche da Autostrade per l’Italia, con tutti i canali informativi per le indicazioni del caso".
A livello locale il prefetto ha chiesto al presidente della Provincia, Diego Di Bonaventura, "di organizzare una tavolo con i sindaci per trovare sul traffico residuale di Tir, i percorsi alternativi sulle brevi percorrenze".
Oltre alla delegazione di Viabilità Italia, alla riunione in prefettura sono presenti i funzionari prefettizi responsabili dei Centri Operativi Viabilità delle province di Ascoli Piceno, Fermo, Macerata, Ancona, Pescara, L’Aquila, Chieti e Foggia, nonché i vertici della Polizia Stradale di tali territori e dell’Anas, nonché i referenti delle Associazioni dell’Autotrasporto.

Leave a Comment