Il sindaco chiude anche i cimiteri e il Centro raccolta rifiuti TeAm di Carapollo

TERAMO – I cimiteri comunali, così come il centro di raccolta rifiuti della Teramo Ambiente di Carapollo resteranno chiusi fino al prossimo 25 marzo. Lo stabilisce l’ordinanza del sindaco di Teramo, Gianguido D’Alberto, con cui si dispone la sospensione delle visite ai campisanti sia del capoluogo che delle frazioni da domattina.
Il Comune raccomanda dunque ai cittadini, pertanto, ad effettuare le visite solo in caso di estrema e comprovata urgenza, ricordando che le stesse saranno comunque contingentate e nel rispetto delle prescrizioni della Presidenza del Consiglio dei Ministri dell’11 marzo /03/2020. Sarà possibile effettuare una visita all’interno del cimitero, previo appuntamento da concordare con gli uffici cimiteriali, telefonando allo 0861410050 dal lunedì al sabato dalle 9 alle 12. "La finalità della decisione – si legge in una nota – è di non scostarsi dalle prescrizioni governative nemmeno in queste situazioni ma, considerata la natura delle stesse, garantirne l’opportunità, sebbene nelle situazioni di estrema urgenza e con la massima cautela".
Analogamente è stata disposto che l’apertura al pubblico del Centro di Raccolta Rifiuti di Contrada Carapollo, sia alle utenze domestiche che non domestiche, resterà sospesa anch’essa. Eventuali situazioni di comprovata e impellente indifferibilità, potranno essere gestite attraverso il numero verde 800253230 o attraverso il sistema di prenotazione dell’App “DifferenziataTeramo”, ovvero tramite il servizio chat, presenti sui siti web www.teramoambiente.it e www.differenziatateramo.it.
Analogamente, il sindaco ricorda che rimangono aperti al pubblico nei consueti orari di ricevimento i seguenti uffici comunali:

Ufficio protocollo, sito in Via della Banca;
URP, sito presso il Parco della Scienza;
– Ufficio dei Messi notificatori, sito in Via della Banca;
–  COC, sito presso il Parco della Scienza;
– il Servizio Sociale, limitatamente ai procedimenti inerenti il CAS, sito in Via D’Annunzio.
– Ufficio dei servizi demografici e di stato civile, limitatamente al rilascio degli atti di morte ed atti di nascita, siti in Piazza San Francesco.

In attuazione di quanto previsto dal Decreto governativo, sono individuate le seguenti attività lavorative quali Attività indifferibili nelle quali la presenza fisica del personale del Comune appare indispensabile:
– Servizi di protezione civile, di pronto intervento e di tutela della sicurezza pubblica.
– Coordinamento COC
– Servizi di polizia locale/municipale
– Servizi di polizia amministrativa.
– Vigilanza ed uscierato nei palazzi delle sedi comunali
– Attività URP e Protocollo
– Attività messi notificatori
– Attività di supporto agli organi istituzionali
– Attività relative allo sviluppo dei procedimenti amministrativi
– Attività relative allo svolgimento di procedure di gara
– Attività relative alla gestione dei pagamenti
– Attività relative alla riscossione dei tributi
– Attività relative ad obblighi prescritti da norme incidenti sull’attività dell’Amministrazione
– Attività relative all’erogazione degli assegni con funzione di sostentamento ed alla compilazione e al controllo delle distinte per il versamento dei contributi previdenziali
– Attività di raccolta delle registrazioni di nascita e di morte

 

 

 

Leave a Comment