Sanzioni per le autocertificazioni, teramani ampiamente sotto la media nazionale

TERAMO – Le nuove sanzioni appena rafforzate per il lockdown non sono un deterrente per i Teraman i, che dall’inizio dell’emergenza Coronavirus sono molto rispettosi dei provvedimenti sulle autocertificazioni per gli spostamenti per motivi di salute, di lavoro e di necessità come la spesa. Oggi la Prefettura ha diffuso un report completo dei numeri. Venerdì 27 marzo i controlli delle forze dell’ordine sono stati 4710, con 29 persone denunciate. Dall’inizio del lockdown i controlli hanno riguardato 59.069 persone, con 681 denunce totali. 

Appena l’15% delle persone controllate in provincia di Teramo non era in regola, molto meno rispetto alla media nazionale, che si aggira attorno al 4,5%: secondo i dati del Viminale, al 22 marzo le persone controllate in Italia sono state 2milioni 16mila e 318, con 92mila e 367 denunce.

 

Sempre dall’inizio dell’emergenza le attività commerciali controllate nel Teramano sono state 5439, con 2 denunce ed una sospensione di attività.

Leave a Comment