Cura Italia, ecco il pacchetto di emendamenti a firma M5s per il Teramano

TERAMO – Contributo straordinario per la Zona Rossa in Val Fino, rinnovo delle concessioni demaniali marittime a trent’anni, riforma delle BCC, aiuti alla pesca, all’agricoltura, alle start-up e alle Pmi innovative, sussidi agli studenti fuori sede: sono le misure contenute nell’emendamento del deputato M5s teramano Antonio Zennaro al Decreto Cura Italia di aprile per fronteggiare l’emergenza coronavirus, al varo la prossima settimana.

 

“Ho ricevuto moltissime e differenti sollecitazioni da diversi settori che caratterizzano il nostro sistema economico e dallo stesso mondo bancario delle bcc locali che devono svolgere un ruolo delicatissimo nel sostenere il credito alle imprese. Ho raccolto e analizzato le maggiori preoccupazioni e le proposte che ho inviato alla Commissione Bilancio contengono alcune correzioni ed estensioni delle misure introdotte il mese scorso, ma anche nuovi interventi, primo tra tutti quello che chiede un contributo straordinario per l’anno 2020 pari a 300mila euro per ciascuno dei dieci comuni della Zona Rossa abruzzese, tra cui Arsita, Bisenti, Castiglione Messer Raimondo, Castilenti e Montefino.” – dichiara Zennaro.

 

E continua – “Sul fronte aziende ci sono emendamenti a favore di  start-up e PMI innovative, affinchè possano accedere alla garanzia statale diretta al 100%, ad oggi escluse da questa possibilità. Interventi volti a rafforzare il microcredito per micro, piccole e medie imprese. Il rinnovo delle concessioni demaniali marittime per i prossimi 30 anni, nodo cruciale per le attività connesse ad una fetta importante del nostro turismo balneare estivo, ormai alle porte. Sospensione dei canoni demaniali 2020 e 2021 per le attività di pesca e acquacoltura da parte di imprese, cooperative e consorzi, voucher fino a 10.000 euro per agricoltura e pesca, a copertura, totale o parziale, di spese di natura contabile e fiscale, inerenti ai lavoratori dipendenti, costi gestionali.”

 

“Altra misura riguarda la riforma delle banche di credito cooperative, che costituiscono per l’Abruzzo una struttura fondamentale di gestione ed erogazione del credito, la riforma prevedrebbe da un lato una maggiore tutela istituzionale per le banche locali, dall’altro una sostanziale sburocratizzazione degli adempimenti e di conseguenza una velocizzazione nella deliberazione delle pratiche.” – aggiunge Zennaro

 

“Ho voluto inoltre raccogliere con uno specifico emendamento quanto mi hanno segnalato moltissime famiglie che hanno i proprio figli, a volte anche più di uno per nucleo, che studiano lontano da casa e che continuano a sostenere onerosi costi di affitto, soprattutto se si pensa ai canoni medi di una stanza a Roma o Milano, ma non solo. Un aiuto per gli studenti fuori sede attraverso la sospensione dei contratti di locazione per il periodo dello stato di emergenza, proposta che mi auguro venga accolta e sostenuta dal mio gruppo parlamentare.” – conclude il deputato.

Leave a Comment