Indennità comunali da devolvere all'emergenza Covid, bocciata la mozione Corona

TERAMO – Bocciata dal Consiglio comunale la mozione del consigliere d’opposizione Luca Corona, del gruppo Oltre, per la devoluzione delle indennità mensili di sindaco e giunta e di cinque gettoni di presenza dei consiglieri comunali in favore delle famiglie in difficoltà durante l’emergenza Covid. La proposta lanciata a Teramo sull’esempio di quanto avvenuto più di un mese fa a Campli da parte del sindaco Federico Agostinelli è stata respinta a larghissima maggioranza, con la discussione animata dall’assessore Andrea Core che ha definito la mozione “schifosa”, non votabile e di stampo populista.

 

Il consigliere Corona così ha commentato l’esito della votazione di oggi in Consiglio: «La superbia si fonda sul disprezzo degli altri, come diceva lo Scrittore Federico De Roberto "disprezzare è facile; meno facile è comprendere" la bontà di un’azione.
Nella politica ci vuole umiltà, come nella vita: si giudicano i fatti e non i proponenti.
In molti comuni, in questo periodo di pandemia, si è pensato di dare un segno tangibile devolvendo una parte di compensi al sociale.
Ho proposto una mozione per destinare i gettoni di presenza dei consiglieri comunali e una mensilità dell’intera giunta per soccorrere le famiglie più bisognose e l’assessore Core, che ha tra le altre le deleghe dell’istruzione e della cultura, si è permesso di dire pubblicamente che si trattasse di una schifezza… Non ho veramente parole per giudicare la miseria del gesto, che viene da chi dovrebbe rappresentare la cultura».

Leave a Comment