Ciclabili tra periferia e centro all’esame dei quartieri

Fiab e Comitato San Berardo, Gammarana e Villa Mosca valutano l’idea anche della riapertura delle scalette di via San Marino

TERAMO – Coordinare una serie di idee progettuali per la realizzazione di percorsi ciclabili e pedonali diffusi, che permettano di rendere fruibili i diversi punti di interesse della città senza la necessità dell’utilizzo dell’automobile, è stato l’obiettivo dell’incontro che ha messo a confronto Fiab Teramo e i rappresentanti del Comitato di Quartiere San Berardo, Gammarana e Villa Mosca, alla presenza anche degli ideatori del progetto ‘Andrà tutto in Bike’, Luca Falcone e Luca Carbonara.

Tra le idee in campo alcuni percorsi ciclabili che possano unire i quartieri San Berardo e Gammarana al centro cittadino, la riapertura delle scalette che uniscono via San Marino all’Ospedale, un percorso che permetta di raggiungere l’università a piedi.

Fiab e Comitati hanno deciso di elaborare alcune proposte da portare al tavolo di lavoro richiesto da Fiab a Comune e Provincia di Teramo, in modo da poter arricchire le progettualità che gli Enti hanno già predisposto e arrivare nell’immediato a a realizzare corsie ciclabili che, si ricorda, non riducono l’ampiezza delle carreggiate destinate al traffico veicolare ma sono parte integrante di esse.

“L’interesse per lo sviluppo della mobilità ciclistica e pedonale – è il commento di Fiab Teramo -, quindi, si amplia e sempre più soggetti vogliono farsi parte attiva nella realizzazione della ‘città del pedone e della bicicletta’, sempre auspicata ma, mai, realmente realizzata.

Leave a Comment