Carusi: “La Riccitelli un gioiello, lavorerò sul solco del maestro Cocciolito”

Il nuovo direttore artistico Musica si presenta. Primo concerto il 21 luglio ai Giardini Pannella con Alba Riccioni e Tatiana Vratonjic

TERAMO – Si è presentato con un messaggio alla collaborazione sinergica con le altre istituzioni musicali del territorio, Nazzareno Carusi, il nuovo direttore artistico della Riccitelli per il settore Musica, nell’affollata conferenza stampa in Provincia, alla presenza del Governatore Marco Marsilio, del sindaco di Teramo, Gianguido D’Alberto (accompagnato dall’assessore alla cultura Andrea Core) e del presidente della Provincia, Diego Di Bonaventura.

“L’Abruzzo è un giardino di cultura e la Riccitelli è uno dei suoi fiori. E come in un giardino ogni petalo, ogni pianta, ogni vialetto, ogni fontana concorre a disegnarne l’orizzonte; come in un’orchestra e in un coro ogni strumento e voce contribuisce all’armonia del tutto; così le istituzioni musicali e culturali che formano questo meraviglioso angolo ideale dell’Abruzzo, tendendosi la mano, accrescono la sua bellezza – ha detto presentato dal presidente della Società della musica, Alessandra Striglioni ne’ Tori“.

Tantissimi anche gli esponenti del mondo della cultura abruzzese, intervenuti su invito personale del maestro Carusi, un segno chiaro e indicativo della volontà di fare cultura e spettacolo senza barriere e confini. Inequivocabile e fortissimo il pensiero di Carusi: la musica dal vivo da riportare prepotentemente sulla scena mantenendo intatte le matrici identitarie delle persone e dei territori ma con spirito di collaborazione reciproca. E non ha mancato di salutare e ringraziare, come ha fatto anche il sindaco D’Alberto, l’opera e l’impegno del presidente emerito della Riccitelli, il maestro Maurizio Cocciolito, “che ha dato infinitamente a questa Società e a tutti noi”, e in continuità del quale ha detto di voler lavorare: “La mia direzione artistica vorrà continuare sul solco straordinario impresso dal maestro Cocciolito che ringrazi perché ha donato infinitamente non solo alla Riccitelli ma alla vita musicale italiana. Perché la Riccitelli viene definita un gioiello. Continueremo su questo solco di straordinarietà”.

Qualche anticipazione sul programma della stagione? “Non ancora – ha detto il Maestro Carusi -. Possiamo annunciare e invitarvi al concerto del 21 luglio, ai Giardini Pannella, la stupenda voce ‘nostra’, della teramana Alba Riccioni, accompagnata dalla pianista Tatiana Vratonjic. Ripartono la vita musicale e i suoni della Riccitelli”.

Leave a Comment