Sequestrati ombrelloni e sdraio lasciati nelle spiagge libere

Alba Adriatica: in azione il bulldozer del Comune con polizia locale e capitaneria di porto

ALBA ADRIATICA – Nella giornata di ieri alle prime ore del mattino, militari dell’Ufficio Locale Marittimo di Tortoreto unitamente alla Polizia Locale del Comune di Alba Adriatica con il supporto di mezzi e personale operaio dell’Ente, ha dato seguito ad una operazione di contrasto del fenomeno dell’occupazione abusiva delle spiagge libere, troppo spesso risultanti occupate da attrezzature da spiaggia lasciate stazionare per giorni, in violazione all’Ordinanza Balneare della Regione Abruzzo che dispone il divieto di lasciare nei tratti di spiaggia libera ombrelloni ed attrezzature balneari oltre il tramonto e comunque ogni qualvolta si abbandoni la postazione.

Lo rende noto l’assessore al Demanio, Alessandra Ciccarelli. L’attività operativa è stata condotta in molteplici tratti di spiaggia libera ed ha comportato il sequestro amministrativo di diversi ombrelloni oltre che attrezzature quali lettini, sdraio e sedie. L’intervento si inserisce in un più ampio quadro di intervento, e nello specifico, è volto a garantire il generalizzato utilizzo delle spiagge libere non assentite in concessione, affinché siano riservate alla pubblica e gratuita fruizione dei cittadini.

A tali controlli si aggiunge l’attività di informazione e prevenzione già in atto da diversi giorni dagli stewards che nell’ambito dell’appalto del servizio di salvamento a mare, pattugliano la costa cittadina fornendo a turisti e residenti corrette informazioni sull’utilizzo degli spazi anche rispetto alle norme sul distanziamento sociale imposte dalla emergenza sanitaria ancora in essere.

Leave a Comment