Ecco le modalità di rimborso degli abbonamenti non goduti

Richieste entro il 31 agosto. Entità in base ai giorni di mancato utilizzo

TERAMO – La Regione Abruzzo ha fissato le linee guida per le procedure di rimborso degli abbonamenti mensili, annuali e semestrali degli autobus non goduti da studenti e lavoratori in ragione dell’emergenza sanitaria, grazie anche alle sollecitazioni del Comune di Teramo, attraverso l’assessore alla mobilità Maurizio Verna.

RIMBORSO CON VOUCHER. Al rimborso con voucher, che potrà essere utilizzato entro un anno dall’emissione ed è reversibile all’interno del nucleo familiare, hanno diritto studenti e non studenti in possesso dei seguenti abbonamenti:
abbonamento marzo 2020;
abbonamento annuale studenti per i servizi su gomma e su ferro;
abbonamento annuale nominativo non studenti;
abbonamento semestrale nominativo non studenti.

RIMBORSO IN CONTANTI. Possono richiedere il rimborso in contanti i possessori di abbonamenti mensili, annuali e semestrali delle seguenti categorie:
studenti al termine del ciclo scolastico di II grado o universitario, e studenti che cambino sede di istituto;
lavoratori che hanno cessato la propria attività o il proprio rapporto di lavoro.

L’entità del ristoro sarà calcolata in rapporto ai giorni di mancato utilizzo dell’abbonamento.
La richiesta di rimborso, con tutti gli allegati, deve essere presentata entro il 31 agosto 2020.
Maggiori informazioni si possono trovare nel seguente link: https://www.tuabruzzo.it/index.php?id=91&itemid=95

Leave a Comment