Alba, fiamme all’Hotel King chiuso da qualche giorno. Pompieri sul posto FOTO

Il rogo, originato da un materasso, ha distrutto una camera: le porte tagliafuoco hanno impedito il propagarsi dell’incendio

ALBA ADRIATICA – Paura sul lungomare Marconi nel pomeriggio di oggi per un incendio che si è sviluppato in una camera dell’Hotel King, storica struttura ricettiva sulla passeggiata a mare albense e tra i più grandi alberghi della cittadina di mare.

Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che stanno spegnendo il rogo all’interno di una delle stanze che danno sulla facciata laterale della struttura e che è ben visibile dall’esterno, ad uno dei piani alti. Ad accorgersi del rogo – che sembra essere partito dall’incendio di un materasso – sono stati alcuni passanti che hanno visto uscire del denso fumo dall’hotel, la cui colonna è successivamente diventata ben visibile anche a distanza.

I pompieri sono al lavoro mentre ci si pongono già degli interrogativi del come sia stato possibile l’innesco dell’incendio considerato che la struttura era chiusa da qualche giorno.


AGGIORNAMENTO ORE 21. Si è concluso da poco l’intervento dei vigili del fuoco del Distaccamento di Nereto, con il supporto di personale del Comando di Teramo. Complessivamente sono stati impiegati 10 uomini, con un’autopompa, un mezzo fuoristrada con modulo antincendio, un’autobotte e un’autoscala.

L’incendio si è sviluppato in una camera del secondo piano dell’Hotel King. Le fiamme si sono propagate rapidamente all’interno del locale bruciando arredi e suppellettili ed hanno provocato anche danni al solaio con la caduta di alcune pignatte. Il rapido intervento dei vigili del fuoco ha impedito che le fiamme si potessero estendere alle altre camere di piano.

Il denso fumo ha invaso il vano scala annerendo le pareti e il solaio ma, grazie alla chiusura automatica delle porte tagliafuoco di piano, non ha raggiunto i corridoi dei piani sovrastanti. Per completare lo spegnimento dell’incendio si è proceduto allo smassamento del materiale parzialmente bruciato.

Una porzione della struttura alberghiera, che era già chiusa da qualche giorno per il termine della stagione estiva, è stata dichiarata non inutilizzabile in attesa del ripristino delle condizioni di sicurezza delle strutture e degli impianti


Leave a Comment