Torna l’allarme Covid. La Asl: “Due decessi, evitate gli assembramenti”

Il direttore generale Di Giosia e il primario Tarquini invitano alla responsabilità

TERAMO – E’ allarme alla Asl di Teramo per la situazione dei contagi Covid. Da luglio in poi, pur con la massima allerta e tutti i protocolli attivati, si è creata la necessità di aumentare i posti di degenza, tanto che il reparto di pneumologia è stato trasformato in seconda ala Covid, vista la necessità di posti letto ed i malati di pneumologia sono stati trasferiti a Medicina.

«Situazione preoccupante – spiega il direttore generale Maurizio Di Giosia – abbiamo avuto due decessi in pochi giorni fa, un uomo di Giulianova di 67 anni e una donna di 91». L’uomo aveva un tumore complicato dalla polmonite causata dal Covid. L’appello è quello di evitare il più possibile la frequentazione di luoghi di assembramento, quali ristoranti e locali.

Il Sindaco di Teramo ha richiesto la convocazione del Comitato ristretto dei sindaci per valutare ogni possibile soluzione. Il primario di malattie infettive, Pierluigi Tarquini, invita ad adottare le regola del 6, ovvero non più di 6 persone per eventuali incontri in casa o di 6 persone insieme al ristorante. Dal 1° ottobre parte la campagna vaccinale per l’influenza, l’appello della Asl è per le persone a rischio, a cominciare dagli over 65.

Leave a Comment