Mascherina e termoscanner, ecco come riparte UniTe SERVIZIO

Dal 5 ottobre si torna in aula. Le linee guida impartite agli studenti: lezioni da prenotare

TERAMO – Lezioni in presenza con numero ridotto di studenti con prenotazione del posto online, obbligo di mascherina per l’intera durata della lezione, igienizzazione delle mani, percorsi segnalati per gli spostamenti, termo-scanner agli ingressi per misurare la temperatura.

L’Università di Teramo si prepara alla riapertura dal 5 ottobre e vara le linee guida per la vita nel Campus Saliceti di Coste Sant’Agostino.

Personale addetto di UniTe organizzerà l’afflusso verso le aule per evitare assembramenti e verificare le prenotazioni ai corsi, organizzati in aule che dovrebbero contenere la totalità degli studenti iscritti.

Anche gli esami di laurea si terranno in presenza con la possibilità di accesso agli accompagnatori fino alla capienza massima delle aule consentita dalle norme anti Covid.

Gli esami dei corsi di facoltà avranno posti limitati in contemporanea: non sarà consentita la presenza di più di 8-10 studenti alla volta e si terranno in orari differenziati, e questo per garantire il distanziamento minimo tra candidato e commissione esaminatrice, così come anche tra gli studenti ammessi a seguire il colloquio.

Deroghe ad alcune prescrizioni, qualora le condizioni non ne consentano l’applicazione, sono previste soltanto agli studenti diversamente abili che vorranno seguire l’attività didattica, attraverso l’intervento del Delegato alla disabilità e il referente Covid

Questo situazione durerà almeno per il primo semestre, per uno stress test che sarà banco di prova importante per la ripresa delle attività didattiche in aula dell’ateneo teramano, ferme dallo scorso mese di marzo, fatta eccezione per la consegna delle pergamene della scorsa settimana.

Leave a Comment