Covid, tornano i contagi degli ospedalieri: un otorino e sei pazienti (cinque in dialisi)

Torna il sereno al Convitto: negativi i test, smentito un secondo caso. E il famigerato compleanno ‘stende’ altre 6 persone

TERAMO – La buona notizia è che i tamponi di verifica hanno escluso ulteriori casi di contagio tra educatrici e insegnanti del Convitto Delfico. La notizia è confermata negli ambienti sanitari preposti al controllo e al monitoraggio dei contatti di eventuali positivi, dopo il caso dell’educatrice di nuova assunzione nella struttura scolastica di piazza Dante, scoperto domenica scorsa. Questo ulteriore passaggio sconfessa l’ipotesi di un secondo caso positivo, come ventilata erroneamente in primo momento.

Quella, o meglio quelle, meno positive di questa nuova fenomenologia Covid sono le notizie di un ritorno di contagi in ambito ospedaliero. Ci sono un medico del reparto otorino del Mazzini, cinque pazienti in dialisi (tre a Giulianova), un altro ricoverato a neurochirurgia. La positività di quest’ultimo è stata accertata, dopo un ricovero al Mazzini di circa un mese, al momento del suo trasferimento in una Rsa e all’esito dell’obbligatorio tampone. In tutti questi casi sono scattate le procedure di isolamento domiciliare, con tracciamento dei contatti.

Aumentano anche i positivi del famigerato compleanno in un ristorante del centro storico di Teramo, festeggiato dalla infermiera di una Rsa di Giulianova: sono un’altra mezza dozzina, che fanno il salire il numero complessivo ad oltre 20 dei 50 in isolamento domiciliare dopo la scoperta del positiva della festeggiata.

Questi nuovi casi fanno il paio, in tendenza, con la crescita continua dei numeri della pandemia in provincia di Teramo, tornati ai valori di maggio: oggi si contano 20 casi positivi in più rispetto a ieri, sui 51 in tutta la Regione.

Tra i nuovi contagiati ci sono anche due bambini teramani ma non in età scolare e questo tranquillizza circa un eventuale contagio scolastico che non può esserci.

Leave a Comment