Via alle vaccinazioni, ma solo per gli ultra 65enni. Ecco come funziona

Da oggi è gratuito presso la Asl e i medici di famiglia. Dal 15 un altro step

TERAMO – Anche la Asl di Teramo ha dato il via alla vaccinazione antinfluenzale di chi ha oltre 65 anni e degli operatori sanitari, secondo un calendario vaccinale che prevede, dal 15 ottobre, il turno di coloro che appartengono alle categoria a rischio: i soggetti che svolgono un lavoro di interesse collettivo, come le forze dell’ordine, i donatori di sangue, ma anche chi ha malattie croniche e sono particolarmente a rischio immunitario.

La Regione Abruzzo quest’anno ha dato particolare attenzione alla vaccinazione dei bambini in di età compresa tra 6 mesi e 6 anni ma anche per chi malattie croniche (è gratuita). Per questo c’è anche un accordo con i medici di base e i pediatri che effettuano anche loro, negli ambulatori, le vaccinazioni: da oggi ad esempio, l’antinfluenzale viene somministrata agli ultra 65enni anche negli ambulatori dei medici di famiglia.

La Asl di Teramo ha organizzato in contrada Casalena un centro vaccinale antinfluenzale dedicato, con percorsi stabiliti e particolari accorgimenti anche rispetto alla normativa anti Covid. Altrettanti punti per la somministrazione vaccinale, con orari stabiliti, sono previsti presso le sedi distrettuali sul territorio, come Giulianova, Roseto, Atri, Silvi e Tortoreto.

Il direttore del Siesp, Antonio Santone, spiega perchè quest’anno in particolare è importante effettuare la copertura vaccinale contro l’influenza

One Thought to “Via alle vaccinazioni, ma solo per gli ultra 65enni. Ecco come funziona”

  1. Anna

    Buonasera,in quanto splenectomizzata, rientro nelle categorie a rischio.?

Leave a Comment