Dopo sei anni riapre lo storico pub White Wolf

Tra i protagonisti della ripartenza Marcello Di Teodoro che lo fondò nel 1983

TERAMO – In sordina chiuse, in sordina riapre. Ma per Teramo è una notizia: il White Wolf torna a vivere. Lo farà domani sera, 18 ottobre, esattamente sei anni dopo quell’ottobre 2014 in cui semplicemente non riaprì per le consuete serate a birra e hamburger e non solo, ad arricchire di sostanza le serate dei teramani.

Il White Wolf riapre i battenti in una nuova location che non è più quella del centro città bensì dove fino a qualche tempo fa c’era un altro pub, il James Joyce a Villa Albula, sotto all’hotel Michelangelo. Lo fa grazie a chi lo fondò, nel 1983, in via Delfico, quel Marcello Di Teodoro il cui estro commerciale rende preziose tutte le iniziative cui mette mano. Con lui ci sarà un altro volto noto dell’imprenditoria teramana, Riccardo Cantoresi, che invece nel 1983 quel locale lo frequentava come tutti noi.

In pieno Covid si tratta di una scelta coraggiosa ma stimolante e da applaudire e sostenere: una tradizione e un marchio storico riesumati nel tentativo di rilanciare l’attività produttiva di questa città piegata dalla crisi.

Leave a Comment