I baristi dell’asporto, ecco come sfidano la zona arancione

In tanti hanno deciso di chiudere per gli alti costi di gestione

TERAMO – Restare aperti solo per l’asporto non conviene, le spese sono maggiori dei ricavi, ma in tempi di Covid serve anche questo, soprattutto per chi, come alcuni panifici storici, non vuole deludere la clientela.

Un giro tra i caffè e pasticcerie ancora aperte ma solo per l’asporto, rivela un disagio di tutti i titolari o gestori delle attività, perché c’è un esborso di spese fin troppo oneroso tra personale, utenze e servizio.

Molti altri proprio per questi motivi hanno deciso di non organizzarsi per il servizio d’asporto e hanno abbassato le serrande allo scoccare dell’ora… arancione.

ASCOLTA I BARISTI


Leave a Comment