Prima a fuoco le rotoballe, il giorno dopo la stalla dei cavalli: è caccia al piromane FOTO

Bellante: in due giorni due incendi a pochi metri l’uno dall’altro

BELLANTE – Dal pomeriggio di ieri è caccia al piromane che in appena 48 ore ha appiccato il fuoco prima a oltre un centinaio di rotoballe di fieno e poi al capannone adibito a stalla in cui erano ricoverati i cavalli di un’azienda maneggio nei pressi di Bellante.

I vigili del fuoco avevano lavorato fino alla tarda serata di ieri per aver ragione di un vasto rogo che aveva distrutto la riserva di fieno raccolta nei grandi rulli stoccati nei pressi del capannone: con il loro intervento erano riusciti a salvare proprio quella struttura che dà ricovero ai cavalli, che però è andato a fuoco appena 24 ore.

E’ dunque indubbio che a colpire ci sia la mano dell’uomo. Non si potrebbe spiegare altrimenti il doppio incendio nello spazio di poche centinaia di metri quadrati in due riprese: i vigili del fuoco hanno lavorato stasera con sette mezzi e 15 uomini, con il contributo umano fornito dalle caserme di Teramo, Nereto e Roseto. Il fuoco è divampato con violenza sui 300 metri quadrati del capannone, bruciando altre rotoballe, attrezzature e i box per il ricovero dei cavalli, che fortunatamente sono riusciti a scappare appena sviluppatesi le fiamme.

L’utilizzo degli idranti a ‘raffreddare’ il fabbricato, ha evitato il crollo della copertura. Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri di Bellante che adesso dovranno fare chiarezza sui due incendi e magari individuare anche il o i responsabili.

Leave a Comment