Quanti bus per la riapertura delle scuole? Verna assicura: “Piano pronto”

Tua garantisce 4.000 corse e nuove pensiline anti assembramento

TERAMO – La scuola riparte in presenza il 7 gennaio, anche se al 50%. Seppur in maniera ridotta, l’impatto di tanti studenti in movimento sulla rete territoriale dei trasporti, sarà pesante, anche alla luce delle riduzioni dei posti sui mezzi pubblici per le regole anti Covid.

Anche il Comune dovrò far fronte alla nuova situazione e una riunione in programma lunedì, convocata dall’assessore comunale ai Trasporti, Maurizio Verna, dovrebbe mettere a punto gli ultimi dettagli di corse e organizzazione. Un impulso decisivo sulla pianificazione è arrivato dalle disposizioni del prefetto di Teramo, Angelo De Prisco, che ha coordinato i sindaci, le amministrazioni e i gestori affinché il piano funzioni perfettamente alla riapertura delle lezioni, giovedì prossimo.

Intanto anche la Tua si è mossa. Secondo quanto fatto sapere, l’agenzia regionale dei trasporti è pronta a mettere in campo circa 4.000 corse. Non solo corse però. Tua prevede anche fermate degli autobus anti assembramento, un lavoro che si concluderà entro il 7 gennaio quando riprenderanno in presenza le lezioni.

Per quanto riguarda la capacità di carico sugli autobus, l’Azienda unica e la Regione Abruzzo fanno sapere di essersi uniformate alle direttive nazionali, che consentono di trasportare fino all’80 per cento della capienza indicata sulla carta di circolazione di ogni mezzo, fermo restando le prescrizioni previste come l’utilizzo delle mascherine, la sanificazione dei mezzi, il ricambio d’aria, e tutte le precauzioni da adottare per limitare il rischio di contagio.

Leave a Comment