Gazzarra in piazza Orsini: arrestato per resistenza e lesioni, l’amico denunciato

Sono due 20enni di Torricella. Multati anche per la mascherina

TERAMO – Si è chiusa con l’arresto di S.R., 20enne di Torricella Sicura, per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, lesioni e rifiuto di indicazioni sulla propria identità personale e la denuncia di un coetaneo per minacce a pubblico ufficiale, la gazzarra inscenata nella serata di ieri in piazza Orsini da un gruppo di giovani, molti dei quali in evidente stato di ubriachezza e senza mascherina, nel corso della quale un agente è rimasto ferito da una gomitata al volto mentre cercava di bloccare l’arrestato.

L’aggressione agli agenti è cominciata quando la pattuglia della Volante, nel corso dell’attività di controllo anche per prevenire assembramenti, notava la presenza di molti giovani, tra i quali anche minorenni tra i 13 e 15 anni che, alla vista della Volante, immediatamente si dileguavano tra le varie vie circostanti, urlando e proferendo parole offensive nei confronti degli agenti e della Polizia di Stato.

E’ stato particolarmente difficile bloccare il giovane poi arrestato perchè, in evidente stato di ubriachezza, si è rifiutato di fornire un documento e ha colpito con una gomitata al volto l’agente che lo stava immobilizzando, provocandogli un trauma poi refertato in ospedale.

L’arrivo dei rinforzi (un’altra volante con il supporto della centrale dei carabinieri) permetteva di bloccare anche P.G., anche lui 20enne di Torricella, che non indossava la mascherina e che si è rifiutato di esibire un documento d’identità e che ha mostrato da subito un atteggiamento arrogante e provocatorio nei confronti dei poliziotti, spintonando un sovrintendente per cercare di allontanarsi.

Tutti e due sono stati anche sanzionati per il mancato utilizzo della mascherina e per assembramento.

Leave a Comment