Rintracciato e identificato il pirata che ha investito la donna sulla statale

E’ un 80enne del posto, guidava una vecchia Lancia. I carabinieri sono risaliti all’auto dai alcuni pezzi di carrozzeria rinvenuti sul luogo dell’incidente.

MARTINSICURO – E’ un 80enne del posto il ‘pirata’ della strada che giovedì sera ha investito la donna di Bellante di 61 anni, lungo la statale Adriatica, dandosi poi alla fuga. I carabinieri della stazione di Martinsicuro lo hanno identificato e denunciato per lesioni personali stradali gravissime, fuga in caso di incidente stradale con danni alle persone ed omissione di soccorso alle persone ferite.

A permettere ai militari di risalire all’investitore, come da noi anticipato, alcuni pezzi dell’autovettura che nell’incidente sono rimasti sull’asfalto della statale: faro e freccia sinistri e porzioni di specchietto e parafango. La verifica di questo materiale ha permesso di circoscrivere ad alcuni modelli e marche la ricerca, fino all’individuazione, nel tardo pomeriggio di oggi, a quella che con tutta probabilità è la macchina coinvolta nel drammatico investimento.

Una volta rintracciato l’uomo ha detto di non essersi accorto di aver investito la donna: aveva sentito un violento urto ma non aveva capito cosa fosse stato ed aveva proseguito la marcia. L’autovettura, parcheggiata nei pressi di casa, aveva proprio quelle parti di carrozzeria sulla parte sinistra evidentemente danneggiate.

Le condizioni della donna sono sempre gravi, anche se secondo i sanitari non sarebbe in pericolo di vita. E’ ricoverata in prognosi riservata, nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Mazzini di Teramo.

Leave a Comment